Seleziona una pagina

Il servizio da tavola è uno dei tipici e classici regali presenti nelle liste nozze che gli sposi organizzano prima della cerimonia. Ma che cos’è un servizio da tavola? Da che cosa deve essere composto per essere completo e assolutamente perfetto? Ecco alcuni consigli per acquistare un servizio da tavola che si abbini alla perfezione ala vostra abitazione e al vostro stile: per far bella figura in ogni occasione.

Il servizio da tavola nella storia
Il servizio da tavola è uno degli accessori che non può mancare nelle nostre case, per rendere speciale la nostra tavola in ogni occasione, grande o piccola che possa essere. Nella storia il servizio da tavola, solitamente composto dai piatti che possono portare le diverse portate (per un approfondimento vi rimandiamo al paragrafo secondo di questa guida, dedicato espressamente alla composizione di un servizio da tavola), ha assunto valenze molto diverse.

Nel Rinascimento, era, ad esempio, una prerogativa delle grandi e ricche famiglie nobili, che ricevevano i loro ospiti con grandi ricevimenti in cui sul tavolo erano disposti i piatti, solitamente in ceramica, abilmente decorati. A questo proposito, nelle ricche famiglie nobiliari erano molto in uso i servizi da tavola di origine orientale: con le loro decorazioni rendevano un qualsiasi banchetto più esotico e particolare. Sulla tavola allora, e ancora oggi d’altra parte, ogni accessorio doveva essere disposto in modo particolare, secondo un rituale e dei gesti ben precisi.

Se erano tipici delle famiglie nobiliari, non altrettanto tali lo erano nelle case “del popolo”: il servizio da tavola non era contemplato, ma venivano utilizzati piatti assolutamente normali, senza troppi fronzoli, eccetto rari casi: anche nei periodi successivi divenne celebre “il servizio buono”, quello cioè che veniva messo in tavola in occasioni molto speciali.

Ma nel corso degli anni, il servizio da tavola è diventato sempre più importante, tanto da divenire addirittura uno dei regali preferiti da fare ad una coppia di sposi che devono arredare casa: insieme a tutti gli altri accessori indispensabili, il servizio da tavola è sicuramente un utile regalo da fare. La porcellana è, ancora oggi, uno dei materiali più apprezzati nella realizzazione dei servizi da tavola, soprattutto se si tratta di accessori di arredo di case arredate in modo classico. Ma nuovi materiali più moderni stanno facendo la loro comparsa sulle tavole di tutto il mondo: la plastica colorata, ad esempio, è sempre più presente nelle case, soprattutto quelle con un arredamento tendente al moderno.

Da che cosa e’ composto
Quando si parla di servizio da tavola tradizionale, si parla semplicemente dei piatti: bicchieri, posate e quant’altro non sono contemplati nel servizio da tavola, ma rappresentano accessori complementari indispensabili che devono comunque essere abbinati con cura al servizio da tavola presente, per evitare commistioni di stili e colori che renderebbero la nostra tavola molto poco invitante. Ma di questo ve ne parleremo nel quarto paragrafo di questa guida, dove andremo ad analizzare i diversi accessori da abbinare, in modo assolutamente facoltativo, al vostro servizio da tavola base.

Un classico servizio da tavola può essere composto per servire pranzo o cena a sei o più persone, sempre però ad un multiplo di sei. Quindi, un servizio da tavola base è formato da 24 pezzi in tutto, quattro per ogni commensale che siede alla nostra tavola. Ma anche a questa regola esistono delle eccezioni: esistono al momento anche servizi da tavola composti da più o meno pezzi rispetto a quello tradizionale.

Un “normale” servizio da tavola, quello da non utilizzare cioè tutti i giorni ma solamente in occasioni molto speciali o in presenza di ospiti, è composto da 6 piatti piani, 6 fondi, 6 piatti da antipasto e sei piattini per la frutta o il dolce. Ma anche in questo caso le opinioni sono assai differenti. Questo è infatti uno dei classici servizi buoni delle nostre case, quelli cioè essenziali, che vengono composti solamente dai piatti assolutamente indispensabili per apparecchiare la tavola. Ma il Galateo ad esempio parla di 24 piatti piani, 12 fondi, 24 piatti da frutta, 12 tazze per consumare il brodo, delle ciotole per servire i primi, una zuppiera, dei piatti per servire i secondi e 2 contenitori per le salse. Il Galateo, insomma, introduce anche tutti quei piatti e quei contenitori di “servizio”, per portare in tavola alimenti e condimenti.

Servizio da tavola: come apparecchiare
Per sapere come apparecchiare alla perfezione la nostra tavola, con i nostri piatti e accessori tutti coordinati, arriva il Galateo a tavola in nostro soccorso. Esistono, infatti, semplici e chiare regole su come disporre sul tavolo i vari componenti: piatti, bicchieri e posate non devono avere un ordine casuale, ma seguire delle regole ben precise.

E per non fare brutta figura, è molto meglio conoscerle tutte.
Cominciamo con i piatti. Innanzitutto, una cena formale richiede un numero di piatti pari alle portate che verranno servite. Il piatto deve essere tiepido quando viene messo in tavola. Inoltre, bisogna di ricordarsi di mettere in tavola alcuni piattini in più, ad esempio per mangiare l’insalata, o per riporre i gusci dei crostacei, le lische del pesce o le ossa della carne. Il piatto piano è assolutamente indispensabile, praticamente per qualsiasi tipo di pasto: ovviamente, non per le minestre o per le pietanze liquide. I piattini da frutta, o da antipasto, possono anche servire per l’insalata e la torta: meglio averne in abbondanza. In tavola deve anche essere presente un piattino per spezzare il pane, evitando di fare briciole in giro per la tavola. I piatti vanno disposti in corrispondenza di ogni sedia, un set per ogni commensale. I piattini da frutta e da dolce non vengono messi prima in tavola, ma serviti al momento opportuno.

Passiamo ai bicchieri. Questi vanno posizionati un po’ più a destra rispetto al centro del piatto. Necessari sono i bicchieri da vino e da acqua (si comincia da questo a sinistra, per poi aggiungere gli altri), ma possono anche essere aggiunti quelli per lo spumante e quelli per il vino o bianco o rosso (non vanno mai mescolati).

Le posate, invece, vanno disposte come segue: prima, partendo dalla destra del piatto, va messo il coltello, con la lama che deve essere sempre rivolta verso il piatto. Il cucchiaio va sempre a destra, con la curva concava appoggiata sulla superficie della tavola. Infine, la forchetta va messa a sinistra, con la parte concava appoggiata sulla superficie, come il cucchiaio. Quella più piccola per il dolce e la frutta va posizionata davanti al piatto, tra quest’ultimo e il bicchiere.

Accessori facoltativi del servizio da tavola
In ogni servizio da tavola che si rispetti, oltre ai piatti, tutti coordinati tra loro per materiale, colore, decorazione e forma, devono anche essere presenti alcuni accessori indispensabile per servire le pietanze in tavola in modo decoroso. In precedenza vi abbiamo parlato, ad esempio, delle ciotole per servire il riso, di quelle per servire i primi o delle zuppiere. E ancora, accessori utili e indispensabili sono, ad esempio, dei piatti ovali per presentare in tavola i secondi piatti, carne o pesce che siano, e le salsiere per proporre ai commensali le diverse salse da aggiungere poi alle pietanze.

Ma esistono anche altri accessori facoltativi da portare in tavola nel corso della cena o del pranzo.
A questo proposito, abbiamo, ad esempio, le tazzine da caffè e da tè (che però possono anche essere diverse se le bevande vengono assunte in un’altra stanza diversa da quella da pranzo). L’importante è che ogni tazzina abbia il suo piattino coordinato. Dello stesso materiale e con la stessa decorazione, devono anche essere la zuccheriera e la lattiera.

E, accessorio ancora più particolare, il bricco per servire la panna. Anche la caffettiera da portare in tavola deve essere coordinata. Per il servizio da tè vale, praticamente la stessa cosa che per quello da caffè. Le tazze da tè devono avere i piattini coordinati, così come deve essere coordinata anche la teiera, la zuccheriera e la lattiera, dove riporre il latte da servire.

Ed ecco altri accessori da poter abbinare al servizio da tavola classico e che vi serviranno per portare in tavola le vostre pietanze particolari. Abbiamo dei piatti da tavola con griglia e sottopiatto, oppure i piatti per ostriche, lumache oppure quelli a forma di sogliola per servire in tavola i piatti a base di pesce. Ancora, esistono i piatti per la bourguignonne, con lo spazio riservato per inserire le salsine con cui condire la carne.

Dove acquistare
In questo paragrafo, vi vogliamo dare utili consigli sui luoghi dove poter acquistare il vostro servizio da tavola, oppure dove acquistare il vostro regalo. Innanzitutto, cominciamo con il dire che, ormai, i servizi da tavola vengono venduti non solamente più nei negozi espressamente specializzati. Ad esempio, nei grandi supermercati esiste una sezione espressamente dedicata ai piatti abbinati da servire in tavola. Qui potrete trovare sia i modelli più classici sia quelli un po’ più moderni: spesso, soprattutto nei periodi in cui la richiesta è maggiore, vengono anche messi in offerta.

La seconda scelta è invece quella di rivolgersi a negozi specializzati, che trattano le diverse marche più famose presenti attualmente sul mercato. Ne esistono diversi al momento sul mercato che trattano i grandi marchi che verranno trattati nel prossimo capitolo.
Esistono poi i negozi monomarca, come quelli delle marche famose che vi presenteremo nell’ultimo capitolo di questa guida sui servizi da tavola, dove potrete trovare i prodotti, assolutamente di tendenza e innovativi, delle aziende.

Anche su internet, potrete acquistare in tutto libertà i vostri servizi da piatti. Esistono, ad esempio, delle aziende che vendono direttamente online i propri prodotti oppure negozi online che mettono in commercio i prodotti di altre aziende molto famose.

Potete optare poi per eBay, dove acquistare dai negozi i prodotti nuovi, oppure scegliere qualche utente che può mettere in vendita sia i servizi da tavola nuovi, che magari ha ricevuto in regalo ma dei quali non ha bisogno, oppure quelli usati, magari antichi: un’ottima occasione per rintracciare magari un servizio da tavola antico, che, nei negozi tradizionali, non si possono più trovare ormai. Per i pezzi da collezione, vi consigliamo anche i mercatini rionali o le vendite di antiquariato e di oggetti da collezionismo: in questi casi, però, molto spesso non si riescono a trovare servizi da tavola completi, ma solo dei pezzi di questi.

Marche famose
Veniamo ora alle marche famose di servizi da tavola da poter acquistare. Se volete risparmiare qualcosa, esiste la line casa di Ikea: il grande produttore scandinavo di mobili “costruisci da te” all’interno dei suoi numerosi negozi presenti ormai in tutta Italia, esiste una sezione dedicata appositamente all’arredamento della casa e, in particolare, della propria tavola. Esistono dei veri e propri servizi da tavola, magari coordinati con altri accessori, come bicchieri e piatti da servizio. E anche tazzine da caffè e da tè, con caffettiere e teiere coordinabili.

Una seconda scelta potrebbe essere Guzzini, che si contraddistingue dalle altre collezioni per la sua originalità. Il marchio italiano, infatti, propone da sempre servizi da tavola e accessori altamente innovativi, dai colori molto accesi e dalle linee molto particolari, che, difficilmente, troviamo in altre collezioni di altre marche. Molto particolare, ad esempio, è la linea dedicata all’amore, con piatti e tazzine decorati con dei cuori rossi su fondo bianco.

Se volete optare, invece, per marchi più legati alla moda, nel senso stretto che questo termine ha assunto nel corso del tempo, allora potete scegliere i prodotti della linea casa di Zara. Zara Home, infatti, propone oggetti e accessori molto particolari, moderni e molto giovanili.
Anche Giorgio Armani ha all’interno del suo gruppo una sezione esclusivamente dedicata all’arredamento della casa, nel quale sono presenti anche gli accessori griffati per la nostra tavola. Stiamo parlando di Armani Casa, che ripropone i classici della tavola, rivisitati dall’indiscusso stile e dal gusto inimitabile dello stilista italiano.

Se invece volete acquistare dei prodotti etnici e orientaleggianti, e volete anche fare del bene a chi ne ha bisogno, allora potete scegliere la collezione casa di Altromercato: una linea di prodotti realizzati, grazie al commercio equo e solidale, nei paesi in via di sviluppo. Li potete trovare in tutti i negozi che aderiscono a questo importante progetto.