Gli integratori a base di Omega 3 sono prodotti che consentono il corretto apporto di acidi grassi essenziali, in persone che ne hanno una ridotta assunzione con l’alimentazione quotidiana. Spesso sono utilizzati come valido supporto medicinale per abbassare i livelli di trigliceridi nel sangue.

Caratteristiche
Gli integratori Omega 3, nei regimi poveri di questo principio attivo, sono da assumere ogni giorno e con una certa regolarità; lo si può fare ricorrendo a 4 o 8 capsule da mezzo grammo, oppure a 2 o 4 capsule da un grammo; in alternativa a mezzo cucchiaino da minestra, nel caso si scegliesse di assumere gli Omega 3 sotto forma di olio. Gli integratori Omega 3 possono essere assunti a tutti gli orari; nel caso un giorno ce lo dovessimo dimenticare, il giorno dopo sarebbe consigliabile assumerne una dose doppia. L’olio va consumato puro, senza diluirlo, mentre le capsule sono da ingerire con l’aiuto di un pò d’acqua.

Nel giro di pochi giorni dovrebbe essere percepibile un aumento del benessere, mentre in poche settimane dovrebbe già essere osservabile una diminuzione dei valori del colesterolo e dei trigliceridi. E’ ovvio che per godere al meglio dei benefici di questi integratori dovremo seguire anche una dieta corretta e ben bilanciata. Assumere Omega 3 non prevede controindicazioni di nessun genere; possono farlo anche le donne incinte, traendone anzi beneficio per loro stesse e per il feto. Secondo vari nutrizionisti le donne gravide dovrebbero consumare infatti pesce grasso almeno due volte a settimana, per trarne un consistente apporto di Omega 3; per coloro che sono vegetariani esiste un’alternativa, ovvero il consumo di semi di lino o semi di zucca, ricchi di questa particolare sostanza.

Al giorno d’oggi troviamo gli integratori Omega 3 pressochè dappertutto, e possiamo scegliere tra diverse aziende produttrici e marche; è consigliabile acquistarli in erboristeria o nelle varie farmacie, ma molti preferiscono comperare questi prodotti online. Ciò che conta è che prima del consumo si controlli attentamente l’etichetta sul prodotto, per verificare che vi sia un contenuto di Omega 3 compreso tra il 70 e il 75%. Sul mercato vi sono un’infinità di prodotti disponibili, e molti sono scarsamente efficaci se non addirittura pericolosi per la salute fisica dei consumatori. L’affidabilità di questi prodotti è provata dal marchio IFOS (l’istituto che ne certifica la sicurezza) presente sulle confezioni; nel nostro paese solamente due aziende produttrici di integratori hanno ottenuto la certificazione IFOS, e una di queste è la Enervit.

Benefici
Sugli Omega 3 sono state fatte moltissime ricerche, ed è stato dimostrato che hanno moltissimi benefici sul nostro organismo: andiamo a vedere quali sono, in breve. Gli Omega 3 stimolano la mente, il buon umore e aiutano a concentrarsi; hanno proprietà antistress e limitano i rischi di coaguli nel nostro sangue; tengono su buoni livelli la pressione sanguigna arteriosa e danno una mano a tenere controllati trigliceridi e colesterolo. Affinchè questi intergratori incidano veramente sulla nostra salute in maniera positiva devono essere di genere EE, contenere Omega 3 per un totale del 75% di concentrazione, contenere in rapporto 2:1 sia DHA che EPA (utili rispettivamente per creare i tessuti nervosi e per equilibrare eicosanoidi negativi e positivi tra di loro) e infine esser costituiti per almeno il 60% da DHA+EPA.

Grazie all’azione di DHA+EPA negli Omega 3 possiamo godere di una certa protezione sulla nostra salute cardiaca, in quanto queste due componenti tengono basso il livello di trigliceridi (che possiamo ridurre fino al 45% con 3 o 4 capsule soltanto) e la pressione sanguigna, limitano l’aggregarsi delle piastrine tra loro e il formarsi di placche aterosclerotiche, sono antiaritmiche e stimolano le funzioni endoteliali. Alcune ricerche effettuate su individui soggetti a maggiori rischi di morte improvvisa per problemi cardiaci hanno dimostrato che, assumendo ogni giorno 1g di Omega 3, questi stessi soggetti risulteranno maggiormente protetti da tale rischio. A tutti noi comunque sarebbe utile un consumo più massiccio sia di pesce che di acidi grassi (disponibili sotto forma di integratori, solitamente). E’ stato ideato in terra americana un test del tutto particolare, definito “Indice Omega 3”; esso permette, attraverso un prelievo di sangue, di accertare i livelli di Omega 3 DHA+EPA sotto forma di percentuale di acidi grassi TOTALI presenti nella membrana di un globulo rosso.

Tale indice funge da fattore di rischio nuovo per tutte le malattie di tipo cardiovascolare, e in particolar modo per la morte a cause cardiache. Gli effetti benefici del pesce sui problemi di umore (ricco di Omega 3) sono stati testati scientificamente, e costituiscono un’ottima alternativa all’abbuffarsi di dolci ricchi di calorie nei momenti di sconforto e di depressione. Uno studioso inglese ha somministrato per tre mesi degli Omega 3 ad alcuni suoi pazienti ricoverati in casa di cura, nella quantità di 1 grammo al giorno; passato questo periodo ha potuto notare in questi pazienti diminuzione dell’ansia, dell’insonnia e della tristezza.