Con il caldo e l’umidità opprimenti delle estati italiane, tanti soggetti, tra cui io, si ritrovano a fare i conti con delle sintomatologie estenuanti quali eccessiva sudorazione, crampi, sensazione di affaticamento, dolorabilità diffusa e irritabilità. Personalmente, dopo le prime e abbondati sudate estive, mi ritrovo a affrontare le normali attività quotidiane con un maggior sforzo e anche riuscire a concentrarmi mi risulta difficoltoso. Come posso porre rimedio a questi disturbi? Come affrontare le giornate estive senza quei sintomi snervanti che, a lungo andare possono rivelarsi debilitanti? Leggendo le opinioni di alimentaristi ed esperti, e recandomi dal mio medico di famiglia, ho appreso che, oltre alle diete e ai comportamenti idonei è consigliabile l’assunzione di integratori alimentari per caldo.

Ma cosa sono gli integratori alimentari per il caldo? Come funzionano a livello cellulare? Quante tipologie sono presenti in commercio? Ci sono integratori specifici per disturbi specifici? Esistono controindicazioni?
E infine, come assumerli? Mi sono posto subito queste domande poiché, fornendo principi nutritivi importantissimi per il benessere psico-fisico, potrebbero avere controindicazioni, posologie differenti e diverse concentrazioni per grandi e piccoli e una scelta sbagliata potrebbe portare non a benefici, ma a effetti collaterali più pericolosi della mancanza stessa dei sali minerali.

Cosa sono gli integratori alimentari di sali minerali? Gli integratori sono bevande, preparati in polvere, tavolette masticabili a diversa concentrazione e composizione chimico-fisica che aiutano a ripristinare i corretti livelli di sali minerali persi con la sudorazione durante la normale attività fisica o dopo uno sforzo fisico fatti in condizioni esterne non favorevoli.

Frutta e verdura contengono sali minerali
Solitamente la formulazione di base è composta da Sodio, Cloro, Potassio e Magnesio in diverse concentrazioni a seconda della marca, del bisogno e dell’età di coloro che ne fanno ricorso.
Con una dieta equilibrata, ricca di frutta e verdura, in normali condizioni fisiche e meteorologiche, il corpo umano riceve il giusto apporto di queste sostanze, ma andando a modificare solo una delle variabili, molto spesso, bisogna ricorrere ad integratori mirati per ogni tipo di esigenza fisica e anche psicologica.

Come funzionano?
Una delle principali cause dei malesseri estivi è la sudorazione eccessiva. Sudando, il corpo umano, espelle una maggiore quantità di acqua e sali minerali indispensabili per il funzionamento di organi e sistema motorio.
Il sudore, infatti, contiene oltre a sostanze di scarto, quali urea, colesterolo e acidi grassi, sali minerali quali potassio, sodio, cloro e in minima parte magnesio, fosforo e zinco.
Una loro carenza porta a gravi scompensi idroelettrici alla base del funzionamento del corpo umano. Spossatezza eccessiva, alterazione del battito cardiaco, secchezza della pelle, alterazioni della risposta muscolo-scheletrica e repentini cambi d’umore, sono un campanello d’allarme da non sottovalutare.
Nei casi più gravi si manifestano inappetenza e anoressia, svenimenti, cefalee, cali della vista e dell’udito, depressione e perdita della memoria, alterazioni del glucosio e del colesterolo nel sangue e danni al fegato e all’apparato digestivo.
L’integratore alimentare, assunto sotto forma di bevande, tavolette e bustine di granulato, riporta alla normalità i livelli di sali minerali nel corpo permettendo, a chi li consuma, di affrontare senza conseguenze l’eccessiva sudorazione, gli sforzi fisici prolungati e l’attività fisico-sportiva.
Generalmente il nostro organismo li assume attraverso le pareti intestinali anche se, i preparati di ultima generazione, vengono assimilati già attraverso le mucose della bocca e dello stomaco.

Quali sono le principali tipologie di integratori?
Tre sono le principali tipologie di integratori: Isotonici, ipotonici e ipertonici a seconda della concentrazione di principi nutritivi in essi contenuti e delle attività che si andranno a svolgere durante la giornata.
Gli Isotonici contengono la stessa quantità di sali presenti nei liquidi del nostro corpo. Questa quantità è pari a circa 300 mOsm/L (300 millimoli diluiti per litro). Considerata l’assimilazione in tempi medi sono consigliati a chi andrà a svolgere le normali attività giornaliere o una attività sportiva moderata e prevede un’abbondante sudorazione.
Gli Ipotonici contengono una quantità inferiore alle 300 millimoli hanno un’assimilazione velocissima e sono consigliati a chi vuole una risposta rapida durante tutti i momenti della giornata.
Gli Ipertonici hanno una concentrazione superiore alle 300 millimoli e, vista la durata dell’assorbimento da parte dell’organismo, si assumono una volta sola, preferibilmente al mattino e coprono l’intero arco della giornata.

Ci sono integratori specifici per determinati disturbi?
Integratori di magnesio
Il magnesio è fondamentale, insieme a calcio e fosforo, per un sistema scheletrico sano e forte, è responsabile della formazione dell’urea, il prodotto di scarto della digestione degli amminoacidi, è alla base della trasmissione neuromuscolare e degli impulsi nervosi.
Il fabbisogno quotidiano per un uomo è di 350 mg mentre per le donne è di 300 mg. (Queste cifre si intendono per un uomo e una donna tra i 30 e i 45 anni d’età). In caso di gravidanza e allattamento, il fabbisogno quotidiano per un corpo femminile, si innalza sino a 450 mg.

Integratori di sodio
Il sodio si trova ovunque, nell’acqua, in tutti gli alimenti e bevande e purtroppo è molto più facile assumerne in dosi elevate che averne una carenza.
Ma durante i mesi estivi, con la sudorazione eccessiva o durante l’attività sportiva, chi segue una dieta equilibrata, può avere un calo di questo prezioso minerale.
Il sodio è fondamentale per il mantenimento dell’acido base fisiologico. L’equilibrio dell’acido base è quell’insieme di processi che il corpo umano compie per mantenere inalterato il pH fisiologico.
Il pH deve rimanere, sempre, tra i 7,35 e i 7,45. Il sodio, oltre a concorrere al mantenimento di questo primario equilibrio, è alla base della buona salute e degli scambi della membrana cellulare. Una carenza di questo elemento, nel breve tempo, porta ad episodi di ipotensione arteriosa che, se ignorati, portano a svenimenti, cefalee e perdita di equilibrio.

Integratori di potassio
Il potassio, assieme al sodio, è fondamentale per il mantenimento dell’equilibrio dell’acido base, quindi, è importante la giusta assunzione.
Inoltre ha l’importante compito di aiutare ad espellere quel sodio in eccesso che nelle diete occidentali viene assunto con tanta facilità. Una carenza di potassio, oltre ad aver ripercussioni importanti sul muscolo cardiaco, porta ad episodi di ipertensione proprio per l’accumulo di sodio nelle cellule.
Il potassio stimola i reni nella produzione di urina e quindi combatte la ritenzione idrica, gonfiori alle gambe e accumulo di dannosi residui metabolici negli arti.

Integratori di cloro
Il cloro è assunto sotto forma di cloruro insieme al sodio o comune sale alimentare ed è presente nel corpo umano nella percentuale dello 0,15% del peso totale. Insieme a potassio e sodio concorre al mantenimento dell’equilibrio dell’acido base.
E’ fondamentale per la produzione dell’acido cloridrico alla base della digestione enzimatica nello stomaco e regola la pressione dei liquidi intracellulare. Inoltre, il cloro, è importante per la trasmissione ormonale.
La carenza di cloro porta alla perdita dei capelli, alla caduta dei denti, all’indurimento di articolazioni e tendini e ad una cattiva digestione. Nei bambini porta a deficit nella crescita e difficoltà di apprendimento.

Sono davvero utili?
Gli integratori quindi sono utili, sopratutto a chi, come me, suda molto e perde molti sali minerali, ma un abuso, o un uso improprio, possono avere effetti collaterali? Tutti possono assume questi preparati durante i mesi caldi?
Come ampiamente descritto questi integratori sono molto utili a chi perde molti liquidi durante le lunghe giornate estive ma non solo.
Chi soffre di carenze di zolfo, ferro, calcio e potassio, può avere unghie e capelli fragili, problemi gengivali e di digestione, pelle opaca e problemi muscolari. Questi preparati aiutano a risolvere problemi legati non solo al caldo, ma ad un’alimentazione errata e povera di alcuni alimenti.

iMa abusare di questi integratori può causare problemi anche seri. Chi soffre di ipertensione, diabete e problemi renali, dovrebbe evitare l’assunzione di integratori o, in caso di necessità, assumerne solo sotto stretto controllo medico.
Se non si hanno problemi di eccessiva sudorazione, e quindi perdita di principi nutritivi, l’eccessiva assunzione può portare ad un aumento di peso, nausea, gonfiore intestinale e ipertensione. Nelle donne in gravidanza o allattamento vanno assunti sotto stretto controllo medico, ricordando che un abuso di queste sostanze può far comparire cellulite e ritenzione idrica.
Dopo essermi consigliato con un esperto o con il mio medico, mi recherò in farmacia e acquisterò l’integratore che più risponde alle mie esigenze. Ovviamente se con una sana ed equilibrata dieta non otterrò risultati. E questo è il consiglio che sento di dare anche a tutti coloro che, come me, in estate soffrono maggiormente il caldo.

Come scegliere
Meglio scegliere integratori di sali minerali che presentano le seguenti caratteristiche
presenza di magnesio e potassio
costi contenuti
dispensa da prescrizione medica

Il magnesio e il potassio sono i sali minerali che subiscono un maggiore calo nel corpo umano durante la sudorazione.
Anche se si segue una dieta varia e ricca, alcuni soggetti non riescono a compensare la perdita di queste sostanze con l’alimentazione, e, vista la fondamentale importanza, a livello cellulare e neurologico, di questi principi, diventa importantissimo mantenere inalterato l’equilibrio di queste sostanze.
I costi e i formati li rendono acquistabili da tutti. Al contrario di molti integratori, inseriti a tutti gli effetti nella lista dei medicinali con prescrizione medica e con un costo anche elevato, questi prodotti non hanno prezzi molto alti ma i risultati sono eccellenti.
Anche se si possono acquistare senza ricetta è sempre un bene seguire attentamente le modalità di assunzione e le avvertenze poiché, non tutti i soggetti, possono trarre benefici da questi preparati.